Ed ecco che si avvicina: i giorni sono più freddi, le notti più lunghe e presto non ci sarà stazione radio in Italia che non trasmetterà le canzoni di Micheal Buble, Maryah Carey o “Last Christmas” dei Wham! 24 su 24!

Si, avete capito bene, siamo quasi alle porte del Nataleeeee!

Bene, ora che abbiamo in mente il periodo temporale nel quale ci troviamo possiamo andare a parlare di… un’unica cosa: i regali! Che altro vi aspettate per Natale!?

E che cosa c’è di meglio di regalare un buon whisky? Pensate ad un bel single malt Scozzese di una distilleria dispersa su un’isola selvaggia e che fa whisky da oltre 200 anni, oppure ad un whiskey irlandese, distillato per ben 3 volte in tradizionali alambicchi in rame, ma vogliamo parlare dell’equilibrio e dell’artigianalità dei whisky giapponesi? oppure dei whisky più esotici di India, Taiwan o Australia? e se non vogliamo spostarci troppo in là, abbiamo sempre il whisky italiano. Insomma, come vedete c’è un’ampia scelta e pensiamo di avervi già incasinato troppo la testa con questi brevi esempi, quindi ora è tempo di rendere le cose più semplici e di provare ad aiutarvi nella scelta del whisky giusto da regalare, o perché no, da regalarsi!

Torbato o non torbato?

Questa è la prima scelta da tenere presente, se dovete regalare un whisky ad una persona che già lo beve dovete cercare di capire quali sono i suoi preferiti, quali sono i suoi gusti; perché la prima grande differenza su un whisky è se si vuole un whisky torbato(affumicato) o meno. Come fare? Potete chiederlo direttamente, oppure in maniera un pochino più “subdola”, andare a vedere quali bottiglie ha nell’armadio! Se troverete nomi come, Lagavulin, Ardbeg, Laphroaig, Caol Ila o Bowmore avrete la quasi certezza che la persona abbia preferenza per i whisky torbati, se invece troverete nomi come Glenmorangie, Aberlour, Glenfiddich o Glenlivet avrà invece una preferenza per i whisky non torbati.

Ecco allora alcuni esempi da regalo dei whisky citati (torbati):

Qui invece alcuni esempi da regalo dei whisky citati (non torbati):

 

 

Se invece preferite i whisky giapponesi:

 

 

Tradizione, storia e invecchiamento.

A prescindere dal torbato o non torbato chiedetevi se la persona ama i whisky tradizionali, e che tipo di invecchiamento potrebbe interessare, ovviamente c’è poi il discorso storia da raccontare: ci sono molti whisky che hanno una storia dietro molto curiosa ed interessante e una volta che il vostro amico avrà aperto il suo regalo lo potrete stupire raccontandogli come e perché quel whisky è stato prodotto e cosa lo rende così unico.

Ecco una breve lista dei whisky più particolari:

 

 

Un whisky premiato?

Qui a Whisky Italy abbiamo una lunga lista di whisky che negli anni hanno vinto svariati premi oppure di whisky che hanno ricevuto punteggi alti da parte di molti critici, la qualità è il nostro mantra quotidiano e questo si riflette sulla nostra lista di prodotti che siamo sicuri troverete molto interessanti.

I migliori whisky:

 

Un regalo unico?

Sapete cosa sono i single cask? No? Allora ve lo spieghiamo noi: Sono dei whisky che vengono imbottigliati da una sola botte e a gradazione piena. Normalmente i whisky che trovate in commercio sono un mix di diverse botti con l’aggiunta di acqua per arrivare alla classica gradazione tra i 40% e il 46%, i single cask invece sono unici, perché vengono imbottigliati a gradazione piena e da una sola botte, finita quella è finito anche il whisky! Solitamente le bottiglie sono numerate riportando il numero totale di bottiglie e il numero della singola bottiglia.

 

 

Avete bisogno di accessori?

Nessun problema, nel nostro shop troverete bicchieri, libri e acque di complemento da abbinare ad ogni vostra bottiglia.

Vedi gli accessori >>