Miyagikyo

Miyagikyo

Non possiamo parlare delle distillerie Yoichi e Miyagikyo  senza prima aver parlato del suo fondatore Masataka Taketsuru, l'uomo che è considerato il padre del whisky giapponese. Masataka, detto "il visionario", nasce nel'1894 da un'antica famiglia di produttori di Sakè. Laureatosi in chimica e con la volontà di produrre un whisky giapponese, nel 1918 parte per un lungo viaggio che lo porterà a scoprire i segreti del distillato scozzese, studia all'università di Glasgow (fu il primo giapponese a studiare l'arte della preparazione del whisky) e fa pratica di blending in varie distillerie (Longmorn e Hazelburn). Dopo circa due anni Taketsuru torna in Giappone, portando con se, oltre agli studi e alla conoscenza accumulata, anche una moglie scozzese, Jessie Roberta.

In Giappone viene assunto inizialmente dalla Kotobukiya (Suntory) che lo incarica di costruire una distilleria vicino Kyoto; Masataka completa il lavoro ma già pensa di diventare indipendente e costruire una sua distilleria (tendendo ben a mente quanto imparato in Scozia: L'ambiente e le condizioni atmosferiche sono fondamentali per il corretto invecchiamento del whisky).

Nel 1934 decide di diventare indipendente e crea la società Nikka Whisky la cui prima distilleria viene costruita a Yoichi sull'isola di Hokkaido. Anche se in una posizione molto scomoda, Masataka aveva sempre considerato la zona come il luogo ideale per il "whisky-making" perchè aveva un clima simile per certi versi alla città scozzese dove aveva studiato. Una seconda distilleria, la Miyagikyo (nel Sendai) nascerà del 1969.

Miyagikyo(Sendai): L'aria pulita, le sorgenti di acqua termale, la giusta umidità per l'invecchiamento in botti e l'abbondante acqua sotterranea filtrata dallo strato di torba ne fanno il luogo ideale per costruire una distilleria; ed è qui infatti nella prefettura di Miyagi, vicino la città di Sendai nel nord del Giappone, che viene costruita la Sendai. La distilleria si chiama cosi in onore della città giapponese omonima e vicina alla sede della distilleria, anche se il nome della distilleria cambia successivamente, nel 2001 in "Miyagikyo" d'altronde, chiamare il whisky Sendai sarebbe stato come chiamare un whisky scozzese Glasgow.

Il nome deriva da "Miyagi" che è la prefettura in cui ha sede la distilleria e "Kyo" che significa valle.  Il malto viene importato dalla Scozia o dall'Australia; le botti sono disposte, come da tradizione, su due livelli (anche per rispettare le rigide regole antisismiche giapponesi). Il whisky che ne deriva è elegantemente ricco e fruttato. La distilleria fu ampliata nel 1979, nel 1989  e infine nel 1998 inserendo due alambicchi di tipo coffey (uno di questi alambicchi risale addirittura al diciannovesimo secolo), per un totale di 4 colonne. La Sendai è in grado di produrre sia malt che grain whisky.

Attualmente la distilleria usa 4 coppie di alambicchi per la distillazione, ogni alambicco è dotato di una "boil ball" alla base del line arm che permette un maggiore reflusso e quindi pulizia del distillato, se aggiungiamo a questo una distillazione molto lenta otteniamo uno spirito leggero e pulito.


Curiosità: I single malt sono fruttati, leggeri, con l'uso di poca torba. Hanno un sapore floreale che si trasforma in un morbido gusto di vaniglia, fresco nelle versioni più giovani, secco o caramellato in quelle più vecchie.

I grain whisky hanno stili diversi: un blend malto/mais, un distillato 100% mais e uno 100% orzo maltato



  • REGIONE
    Giappone
  • ANNO DI FONDAZIONE
    1969
  • EQUIPAGGIAMENTO
    4 Wash Still, 4 Spirit Still & 2 Coffey Still
  • CAPACITÀ
    3 milioni di litri l'anno
© Whisky Italy
Mostra come Griglia Lista

4 elementi

per pagina
Imposta la direzione decrescente
Mostra come Griglia Lista

4 elementi

per pagina
Imposta la direzione decrescente