Whisky Torbato

Se siete giunti su questa pagina è perché probabilmente siete alla ricerca di un whisky torbato, bene, siete nel posto giusto!

Sapete come si fà un whisky torbato? La torbatura ad un whisky viene data da subito, si tratta di far asciugare l'orzo in un forno, chiamato kiln, dove per l'essiccazione si usa - al posto della legna o del carbone - la torba. La torba è un composto vegetale organico che si crea in migliaia di anni in ambienti aquitrinosi o paludosi, in pratica è la sedimentazione di composti vegetali che nel tempo si compattano e diventano simili al carbone, La torba era l'unico composto che veniva bruciato in Scozia prima dell'arrivo del carbone, e veniva usata per tutto, dal riscaldamento alla cucina. Pensate che prima del 1900 tutti i whisky erano torbati!

Ma come si misura il livello di torba di un whisky? si misura con il livello di polifenoli in parti di milione o ppm, contenuti nell'orzo maltato. Sembra abbastanza complesso e non vogliamo certo annoiarvi con una lezione di chimica, tenete solo presente che in generale, più un whisky contiene polifenoli e più è torbato.

Su Whisky Italy potete trovare la migliore selezione di whisky torbati provenienti da tutto il mondo, per rendere però la scelta più semplice abbiamo deciso di dividere i prodotti su tre livelli: quelli con un basso livello di torba, quelli a medio livello e infine alto. A voi la scelta, Slainté!

Livello torba basso

(da 5 a 15ppm)

Livello torba medio

(da 16 a 39ppm)

Livello torba alto

(da 40ppm in su)