Royal Lochnagar

Royal Lochnagar

Siamo nel Regno Unito, patria della regina Elisabetta II e ovviamente della Corte Reale, quindi perché non parlare di una delle due distillerie “Reali”? Facciamoci annunciare allora dal maggiordomo del castello di Balmoral e chiediamo se hanno del buon whisky…

La nostra storia inizia nel 1823 nel Glen Feardan dove sulla sponda nord del fiume Dee viene aperta la prima distilleria legale della zona da James Robertson; persona gentile e intelligente, peccato che la zona pullulasse di moonshiners, ovvero distillatori illegali, e che la sua distilleria legale prese fuoco in modo “accidentale” per almeno due volte nei primi tre anni di vita, strano visti i vicini …

Robertson dopo aver visto andare in fumo per due volte la sua distilleria decide di ricostruirla ma di spostarsi vicino al monte Lochnagar. La nuova distilleria sarà attiva fino al 1841 quando un nuovo incendio la rade al suo e James capisce che forse non è quella l’attività della sua vita.

Arriviamo nel 1845 quando John Begg inizia la costruzione di una nuova distilleria sulla riva sud del fiume Dee e la chiama “New Lochnagar”, i tempi non erano più quelli burrascosi degli anni ’20, ma soprattutto i vicini di casa di Begg erano decisamente diversi dai moonshiners. In zona infatti la Regina Vittoria e il Principe Alberto acquistano la tenuta di Balmoral, da zona di moonshiners a zona della famiglia Reale in circa 20 anni, non male come cambiamento!

Nel 1848 la distilleria è terminata e la New Lochnagar inizia la produzione, Begg per festeggiare invita i suoi vicini, compresa ovviamente la famiglia Reale. Nello stesso anno la Regina e il suo consorte le fanno visita e il Principe Alberto pochi mesi dopo assegna il Royal Warrant alla distilleria. La Royal Lochnagar è la prima distilleria di whisky in assoluto a ricevere il Royal Warrant.

Begg riesce ad ottenere un’ottima reputazione e guida la distilleria fino al 1882, quando dopo la sua scomparsa la gestione passa al figlio Henry e ancora a suo figlio, nipote di John Begg.

Nel 1916 la Royal Lochnagar è venduta alla John Dewar & Sons che diventerà DCL e che oggi è Diageo.

Attualmente la distilleria è equipaggiata con 3 tradizionali washback in legno con due che operano una fermentazione di 70 ore e il terzo di 110, 2 alambicchi e una distillazione particolarmente lenta che massimizza il reflusso del distillato. Annualmente la Royal Lochnagar produce circa 500mila litri di alcol.

Curiosità: La distilleria si trova praticamente all’interno della tenuta del castello di Balmoral, la residenza estiva della Regina Elisabetta II, se arrivate da nord est e quindi dallo Speyside seguite il fiume Dee (A93), poi arrivati a Easter Balmoral svoltate a sinistra per la distilleria o a destra per il castello. Parafrasando un bellissimo film: “il Castello di Balmoral ululì, la distilleria Royal Lochnagar ululà!”

La Royal Lochnagar è una delle uniche due distillerie al mondo ad avere il Royal Warrant, l’altra è la Royal Brackla costruita nella tenuta del castello di Cawdor, in realtà ne esisteva anche una terza, la Glenury Royal, poco più a sud di Aberdeen, ma la distilleria è stata chiusa nel 1983 e demolita pochi anni dopo.


  • REGIONE
    Highland (Scozia)
  • ANNO DI FONDAZIONE
    1845
  • EQUIPAGGIAMENTO
    1 Wash Still & 1 Spirit Still
  • CAPACITÀ
    750mila litri l'anno
© Whisky Italy
Mostra come Griglia Lista

2 elementi

per pagina
Imposta la direzione decrescente
Mostra come Griglia Lista

2 elementi

per pagina
Imposta la direzione decrescente