Oban

Oban

La distilleria Oban è una delle più antiche ancora attive in Scozia ed è anche una delle ultime distillerie urbane rimaste, fu fondata nel 1794 da John e Hugh Stevenson e ha sede sulla costa occidentale della Scozia nel cuore della città di Oban (fino alla costruzione della distilleria Oban era solo un piccolo villaggio di pescatori ma dopo divenne una città grazie alla crescita della distilleria).

Nel 1883 la Oban diventa di proprietà di J. Walter Higgen pronto a sfruttare le potenzialità della nuova linea ferroviaria che collegava Oban a Glasgow; infatti la distilleria in quegli anni vide crescere la domanda di whisky e per soddisfare la richiesta a poco a poco fu smantellata, ricostruita ed ampliata, mentre i suoi alambicchi furono riprodotti fedelmente insieme a tutti gli altri elementi tradizionali, il tutto per mantenere intatto il gusto particolare del proprio distillato. La Oban era un ottima distilleria ed era autosufficiente: l'acqua proveniva dal lago Ardconnel e aveva anche un ottima scorta di torba. Il suo problema era lo spazio, la distilleria circondata ormai della città non aveva spazi di crescita. Negli anni successivi le cose non andarono bene, nel 1898 fu rilevata da Alexander Edward, già proprietario della Altmore, ma quando quest'ultima fallì la Oban subì un inevitabile contraccolpo. Finalmente nel 1923, dopo l'acquisizione da parte di un gruppo di imprenditori, la distilleria prese il via malgrado due periodi di chiusura, dal 1931 al 1937 a causa della crisi mondiale del whisky a seguito del proibizionismo negli Stati Uniti e tra il 1968 e il 1972 dovuto a lavori di ricostruzione. Oggi la distilleria è di proprietà della Diageo e nel 1988 l'Oban è entrato a far parte della serie originale dei 6 “Classic Malts” insieme a Cragganmore, Dalwhinnie, Glenkinchie, Lagavulin e Talisker.


Curiosità: La Oban è la seconda più piccola distilleria della Diageo dopo la Royal Lochnagar e con i suoi due soli alambicchi (i più piccoli del Regno Unito) ha una produzione di 800mila litri l’anno, di cui un 20% circa viene destinato all’ imbottigliamento come single malt, il resto va ai blends. Questa distilleria è il perfetto anello di congiunzione tra i distillati delle isole e quelli delle Highlands ed è molto apprezzato proprio per questa sua qualità, infatti il whisky prodotto presenta caratteristiche organolettiche a metà tra i distillati molto fenolici tipici di Islay e i distillati più leggeri delle Highlands.


  • REGIONE
    Highland (Scozia)
  • ANNO DI FONDAZIONE
    1794
  • EQUIPAGGIAMENTO
    1 Wash Still & 1 Spirit Still
  • CAPACITÀ
    870 mila litri l'anno
© Whisky Italy
Mostra come Griglia Lista

3 elementi

per pagina
Imposta la direzione decrescente
Mostra come Griglia Lista

3 elementi

per pagina
Imposta la direzione decrescente